Cake design… a misura di bambino

20140314-110933.jpg

Il cake design può apparire come un hobby complesso, per il quale servono pazienza, precisione e una serie infinita di attrezzini complicati dalle forme incomprensibili.
Diciamo che, a certi livelli, le complessità esistono (vogliamo parlare del topper dei One Direction con 2 dei 5 fanciulli in 3D che ho fatto ieri sera??? Per altro, con a fianco una fan sfegatata e ipercritica di 9 anni… per cui un’impresa!!), però è anche vero che con un po’ di fantasia, e un po’ di Google images :;, si possono scovare delle decorazioni facili facili, che danno grandi soddisfazioni.

Non solo: a volte con le tecniche più semplici si creano dolci dall’aspetto più gradevole e sofisticato di altri decorati a suon di pizzi, fiocchi e drappeggi di glassa!

Fatta questa premessa, e dopo aver realizzato diversi laboratori di cake design, vi dirò che, anche se forse non sembrerebbe, il cake design è un’attività davvero PERFETTA per i bambini e provo a spiegarvi perché.

In primo luogo ormai sappiamo che, per i bambini, conoscere e maneggiare il cibo è un’esperienza importante (già, infatti, dopo aver passato l’infanzia a sentirci dire: “non si gioca col cibo” o “non si mangia con le mani”, siamo finalmente diventate mamme noi e ci hanno detto che dovevamo lasciare che i bambini mangiassero da soli già dai sei mesi, permettendo loro di imbrattare loro stessi, noi e qualsiasi altra superficie circostante due volte al giorno… grazie, comunque).

Ultimamente quindi ci vengono proposti molti i corsi di cucina per i bimbi, ma il cake design ha tutta un’altra attrattiva e anche i bambini che non sono in preselezione per Masterchef Junior vi chiederanno di provare almeno una volta.

I dolci sono speciali, e non necessariamente perché ci piacciono di più!! C’è un dolce per ogni festività, c’è la torta del compleanno, c’è la caramella dopo la medicina. E’ tutta una questione di significato…
…e di COLORI!!! Che si usi la pasta di zucchero, la frutta o una caramella, i colori sono al centro di quest’arte tanto allegra, e ai bambini la cosa non sfugge, come non sfuggono loro altri interessanti dettagli come lo zucchero a velo sparso per tutto il tavolo o la pasta di zucchero che si incolla per magia con una semplice goccia d’acqua.

Inoltre, la pasta di zucchero altro non è che un pongo dolce e profumato, da modellare a piacimento e con cui realizzare formine, letterine, ma anche vermi, mostri e altre cose innominabili…

Un altro argomento a favore del cake design, riguarda la fierezza che i bambini maturano nei confronti delle loro creazioni: li mostrano alla mamma, al papà, ai nonni, alla tata, ai vicini di casa, alla cassiera del supermercato, al ragazzo marocchino che ti vuole vendere i braccialetti -obbligandoti a sganciare almeno un euro a quel punto- ecc…
Poi se li fanno immortalare, incorniciare e, soprattutto, non ce li lasciano mai buttare!
Cosa possono fare di più e di meglio? MAN-GIAR-SE-LI!!! E con quale soddisfazione!
Tra l’altro risolvendo, quasi sempre, il problema del buttarli (“quasi sempre” perché, sono sincera, potrebbe capitarvi di dover conservare a lungo in dispensa personaggi di zucchero smangiucchiati, sbavati e deformi, ma tanto cari ai vostri bambini).
Una critica che può essere mossa al cake design riguarda l’apporto di zuccheri extra che le decorazioni aggiungono ai già calorici dolci.

Da mamma ovviamente non sottovaluto le problematiche legate ad una sana e corretta alimentazione, per cui vorrei condividere le mie considerazioni a riguardo.

Al centro di tutto ritroviamo il già citato SIGNIFICATO.

In un mondo di sacchetti di caramelle scambiati fuori dal catechismo, di merendine confezionate mangiate davanti alla TV, di pop-corn “al gusto di burro” venduti al metro cubo al cinema, penso che fermarsi a osservare una piccola torta appena sfornata e pensare a come renderla bella e speciale, utilizzando la fantasia, la creatività e l’amore per quelli con cui verrà condivisa, sia un buon esercizio per ritrovare la corretta prospettiva: il dolce è un simbolo di festa e gioia, oppure una coccola speciale, non un modo come un altro per riempire lo stomaco e i pomeriggi noiosi.

Se avete problemi con bambini troppo attratti dai dolci, diventate cake designer: dopo qualche tempo con ritagli di torta e avanzi di creme perennemente a disposizione, si litigheranno l’ultima mela o ruberanno la carota tirata fuori dal frigo per il criceto, come accade a casa mia.

Per chi è di Milano o dintorni e fosse interessato ai laboratori di cake design per bambini, ecco i prossimi appuntamenti:

Sabato 15 marzo, ore 16.00
ENGLISH COOKING TIME: SPRING & ST. PATRICK’S DAY (giochi in inglese e cake design)
Per info: maiacavazzana@gmail.com

20140314-110816.jpg
Sabato 22 marzo, ore 11:30 e 18:00
KIDS FACTORY – LABORATORIO DI CAKE DESIGN
Via Vigevano 41, Milano
Per info e prenotazione: factory@braveart.it

Buon week end!

Maia,
Miss Torta Tortella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: