A casa di Gin: Dispensa organizzata, cena assicurata!

Dopo questo post su come salvare il frigorifero, oggi mettiamo in ordine la dispensa della nostra cucina!

Come sempre vi invito a svuotare i mobili che contengono i vostri prodotti alimentari per poi pulirli per bene, eliminare cibi scaduti e utensili inutili per recuperare spazio.

Se non avete zone al di fuori degli armadietti della cucina (ovvero un meraviglioso sgabuzzino adibito a dispensa con alti e funzionali scaffali) concentratevi per individuare ciò che potete riporre in cantina (la gelatiera che usate una volta all’anno, il cuoci pappa visto che ormai vostro figlio mangia le fiorentine, la pentola a misura di mensa scolastica, il fantastico cuoci legumi a vapore..e così via…) : eliminate il superfluo, sempre. Quando si ha poco spazio a disposizione si lavora più di fantasia, potete creare un gioco di mensole, barattoli appesi (qui trovate un tutorial su come fare) e soluzioni artistiche di contenitori a vista come vedrete dalle immagine della mia board. Se avete mobili ad angolo trovo geniale questo modo di utilizzare i vassoi girevoli.

Vi rendete conto da soli che avete un problema di organizzazione se fate spesso acrobazie per cercare prodotti di uso frequente facendovi largo tra altre cose che invece non considerate quasi mai.

Organizzate per cominciare una mensola o un angolo sul ripiano con i generi di prima necessità di uso quotidiano (sale, pepe, olio e aceto..ma anche il necessario per la colazione) con dei contenitori carini, magari in un cestino così li potete facilmente portare in tavola al bisogno, faranno la loro bella figura anche se esposti, come per esempio questo di Maison Du Monde.

Quando avrete ben chiaro lo spazio a disposizione, suddividete per tipologia i prodotti da riporre: barattoli di legumi, sottaceti, conserve di pomodoro, pane e derivati, pasta, zucchero, sale, olio, biscotti, snack e tutto il resto.

La prima regola da seguire è sempre quella della scadenza: davanti ciò che scade prima.

Anche quando dovete sistemare una nuova spesa, abbiate cura di riporre dietro le cose nuove che scadono dopo rispetto a quelle che avete già in casa.

Per pasta e riso vi consiglio i contenitori Ikea, ritagliate il tempo di cottura riportato sulla confezione originale e attaccatelo sul barattolo con dell’ adesivo, sono belli, funzionali e manterrete tutto in ordine senza fatica, salvando sempre molto spazio utile. Io uso barattoli ermetici anche per i cereali da colazione e la farina. I sacchetti aperti di farina e simili non conservati in contenitori chiusi ermeticamente sono anche causa delle antipatiche farfalline che a volte vedete svolazzare indisturbate nella dispensa, un rimedio naturale a questi sgradevoli incontri è l’alloro, una foglia in più angoli le terrà lontane!

dispensa organizzata di @Petitmati

Ho comprato della Tupperware questi contenitori Tuttofresco da dispensa, li uso per molte cose, anche piccole quantità di pasta, pistacchi, nocciole, biscotti, fette biscottate, legumi, si conserva tutto molto bene se ben chiuso. Sono anche impilabili perciò davvero molto funzionali.

Utilizzo inoltre per raccogliere le scatolette di tonno o piccoli barattoli di sottaceti o patè queste comode vaschette sempre di Ikea. Un altro consiglio che vi voglio dare sono queste “alzatine” Variera che duplicheranno lo spazio nei vostri mobili, fantastiche!

Se avete una bella e antica credenza in salotto per esempio sfruttatela davvero come facevano le nostre nonne, mettete piatti, bicchieri, tazze, nei cassetti mettete le tovaglie e i tovaglioli donando un tocco provenzale alla vostra casa.

Sempre di Ikea utilizzo questi sacchetti di plastica, per tutto ciò che può sporcare con briciole (anche un sacchetto aperto di zucchero, farina, patatine). Inoltre li uso anche nella borsa del cambio di mia figlia per conservare il pacchetto di cracker o biscotti che irrimediabilmente viene aperto e non interamente consumato.

dispensa organizzata di @Petitmati

Per acqua e latte di scorta ho recuperato un carrello da tenere nello sgabuzzino, con le ruote così lo posso facilmente estrarre quando devo cercare qualcosa sugli scaffali dietro. Chi ha a disposizione una piccola dispensa, progettate in altezza, scaffali leggeri di metallo, non troppo profondi per essere più pratici, all’ altezza dell’occhio mettete le cose di uso più frequente, tutto il resto sopra o sotto a seconda del peso. Le cose più pesanti se possibile tenetele in basso, in modo da non rischiare di tirarvele addosso dall’alto quando vi servono. Non utilizzate solo barattoli trasparenti di vetro perchè molti alimenti sono foto sensibili, li riconoscete quando sulle etichette viene riportata la dicitura: Conservare in un luogo fresco e asciutto / lontano dalla luce / a temperatura ambiente. Seguite sempre le istruzioni che trovate sulle confezioni per una corretta conservazione del prodotto.

Ho trovato anche questo post sul riciclo dei barattolini di vetro che mi è piaciuto molto.

Concludo con una piccola lista di ciò che secondo me non deve mai mancare in una dispensa, ovvero la mia dispensa salva vita. Perchè ho imparato sulla mia pelle che se io mi ammalo e non vado a fare la spesa a casa mia si può tranquillamente morire di fame.

  • Conserva di pomodoro (non tutti hanno la nonna che prepara il sugo per tutta la famiglia)

  • pasta corta, pasta lunga, riso (come farne a meno?)

  • sottaceti / verdure sottolio (per non rinunciare ad uno stuzzichino)

  • condiriso (in estate ti salva la visita domenicale a sorpresa degli amici)

  • tonno (apri e mangi, più veloce di così?)

  • barattolo di olive e capperi (cosa c’è di più semplice di un piatto di spaghetti con tonno, olive e capperi?)

  • patè di olive (a seconda del gusto personale, può essere anche di carciofi, zucchine, peperoni..)

  • crackers e biscotti (una confezione di scorta, SEMPRE)

  • per chi le usa (io sinceramente no) un paio di buste di minestre pronte da cuocere.

  • Generi di prima necessità come olio, aceto, sale, zucchero (sempre una pezzo in più di scorta)

  • Acqua e latte a lunga conservazione (non c’è bisogno di dirlo vero?)

  • Per le più brave (di me) farina e lievito per una torta all’ultimo minuto

Come vedete, per sopravvivere ad un’ influenza non serve poi molto, ovviamente la dispensa si arricchisce dei prodotti che trovate in offerta al supermercato, perciò se avete spazio, utilizzatelo tranquillamente anche per formati maxi, la dispensa ha esigenze ben diverse dal frigorifero, meglio piena che vuota!

Vi lascio come fonte d’ ispirazione la mia board di Pinterest dove troverete tante idee creative e belle per allestire le vostre cucine. Di seguito anche qualche link per trovare qualcosa di utile per le vostre idee, anche se io sono sempre una fan del riciclo, come vi avevo già detto in questo post per gli elementi contenitivi. Aspetto anche i vostri suggerimenti, spero di esservi stata di aiuto, alla prossima!

 @Petitmati

Annunci

  1. Rimarcherei solo una piccola raccomandazione anti-sprechi! Non esagerate! In Italia si buttano via tonnellate di cibo, è un vero peccato!

  2. Questo post cade a pennello! Da poco ho dovuto risistemare la mia dispensa (che è tipo quella della foto con le basi girevoli negli angoli) e, a parte aver trovato ahimè delle cose scadute, mi sono resa conto che devo ridurre gli acquisti. Adesso l’ho sistemata alla meno peggio, ma non la trovo per niente funzionale! Farò tesoro dei tuoi suggerimenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: