(Ri)partenze

Ed ecco, venerdì si torna casa.
Finalmente.
Si torna da bambini lasciati esattamente 49 giorni prima.
In questi 49 giorni ci sono stati malattie dermatologiche e dentini caduti, più socialità e maggiori competente acquisite.
C’è stata, nella fra, la sperimentazione di una nostalgia permeante, strisciante, assoluta. C’è stata la scoperta che si riesce a ridere anche senza i propri figli, ma che le risate, quando i propri figli sono a portata di abbracci, hanno un altro suono, sia quelle degli altri che le proprie.
C’è stato il sorprendersi a piangere in un negozio quando un bimbo le ha sorriso e lei ha pensato ai suoi e a tutti i sorrisi che si era persa e si stava perdendo.
C’è stata tutta una serie di riflessioni su se stessa e le cose passate.
C’è stata una trafila di interventi e visite mediche abbastanza poco simpatiche da vivere, per la prima volta da parecchio tempo, senza la mano del Marito Paziente nella sua.
C’è stato un periodo da figlia invece che da mamma, un periodo strano, da una parte denso e veloce dall’altro immobile e rarefatto, fatto di momenti statici e altri fortemente accelerati.
C’è stato un autunno da godersi e un freddo da sconvolgersi.
Ci sono state tante cose.
Ora sono proiettata su quelle che ci saranno quando finalmente tornerò giù.
Sull’albero di Natale da fare insieme, sulla pizza tutti e quattro sul divano, sulla tavola di Natale, sui giochi nuovi da incartare e poi veder scartare.
Su questa fine di anno così dualistica tra il freddo e la famiglia da cui vengo e il caldo e quella che ho formato.
Per la prima volta in questo mese e mezzo di allontanamento, finalmente ho una direzione certa: casa.
Nelle piccole cose se ne scoprono di enormi, che ci si concedeva di dare per scontate, un po’ come il mare
E io non vedo l’ora di tuffarmi in quel mare e nuotare nell’immensità della mia famiglia e dei miei amori.
Finalmente.

Annunci

Informazioni su cescar76

Architetto per scelta, mamma a tempo pieno, scrittice per passione, blogger per divertimento, artista per vocazione, vivo felice nella mia Tana Africana con un Marito Paziente e due Patati che adoro.

  1. Laura

    Sono stata contentissima di poter trascorrere tutti questi giorni con te,parlarti in qualsiasi momento,ridere e….spettegolare insieme, ma venerdì sarò ancora più contenta di vederti,anche se attraverso l’ iPad,insieme a Tiziano,Piergiorgio e Valerio. Ti voglio tanto bene

  2. Un abbraccio grandissimo!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: