Torta di zucca

20131024-223507.jpg

Tante sono le ricette che affollano i miei pensieri, all’idea di deciderne una per questa iniziativa. Mia mamma ha sempre adorato cucinare, soprattutto dolci, per cui ogi volta che sforno una crostata o una torta di mele, mi riporta indietro nel tempo. E’ però un altro il dolce che più mi lega alla mia famiglia (in particolare da parte di madre): la torta di zucca.
Io non ho quasi consciuto mia nonna materna, mancata quando avevo 5 anni, però ero molto affezionata a mia zia, la sorella di mia mamma. Ho vissuto tanti anni con le mie cugine, abitavamo vicinissime, le considero come sorelle. Purtroppo anche mia zia ci ha lasciato da tempo, è rimasta mia mamma a ricordare e a raccontare, è la memoria storica della sua famiglia. Ebbene tra le tante ricette che più la legavano a mia zia c’era proprio questa torta. Una torta bruttina da vedere, fatta con zucca, cacao e amaretti. Una torta che inevitabilmente ricompare in tavola in questo periodo dell’anno, in autunno. Alla sua valenza familiare, quindi, si lega una stagionalità marcata. Non è una torta che facciamo in estate, per dire. E per questo la ritengo ancora più speciale.
Ma ciò che ha creato un legame ancora maggiore è stato uno di quegli episodi che mi piace ricordare, uno di quei dettagli che ti fanno stare bene. Ho avuto il mio secondo figlio a metà settembre, con parto naturale, per cui non avevo particolari limitazioni nel mangiare. Per coccolarmi, non potendo starmi vicina (visto che in ospedale era ammesso solo il papà, durante la giornata), mia mamma mi preparò proprio questa torta. E ritrovare una parte della mia storia di bambina, un sapore e un profumo ricco di emozioni in quell’ambiente estraneo (nonostante il momento fosse gioioso per la nascita di Andrea), mi ha portato oggi a proporvi questa ricetta come “ricetta che fa casa”.
Ed ora, se vi va, potete cimentarvi nella preparazione di questa torta e buon appetito!

Premetto che mia mamma (come la sua) prepara questa torta “a occhio”. Però io ho misurato le quantità e la torta è venuta davvero bene, per cui sono attendibili 🙂

INGREDIENTI: zucca mondata 700 g
100 g di zucchero
100 g di amaretti
2 uova
1 cucchiaio di cacao amaro
Far cuocere la zucca a vapore. Una volta cotta schiacciarla e unire il cacao e gli amaretti sbriciolati (lasciandone una parte da mettere sulla superficie). Montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere una crema bianca e densa. Unire i due composti delicatamente per non smontare le uova. Versare in una teglia foderata di carta da forno. Spolverizzare con gli amaretti sbriciolati tenuti da parte. Cuocere a 180 gradi per 30 minuti.

Annunci

Un Commento

  1. Pingback: Il dolce degli ebrei |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: