Il tema del mese di Ottobre: nonni e famiglia

Qualche anno fa il Presidente della Repubblica, Ciampi, istituì quella che da subito è stata definita “festa dei nonni”, andando finalmente a colmare una lacuna in termini di riconoscimento ufficiale nei confronti del ruolo delle persone anziane in generale, e dei nonni in particolare, che, sempre di più negli ultimi decenni, sono diventate importanti nella quotidianità dei nuclei familiari.
La famiglia “moderna”, infatti, ha attribuito un ruolo quasi fondamentale alla generazione che l’ha preceduta: quella di aiuto nella gestione dei figli. Se la presenza delle donne in casa aveva infatti attributo solo a loro la cura e l’educazione dei figli, l’emancipazione femminile ha portato la donna ad avere un ruolo importante anche al di fuori del nucleo familiare e la donna ha iniziato a studiare, laurearsi, esprimersi, lavorare, realizzarsi.
L’emancipazione femminile ha fatto sì che la donna uscisse fisicamente e psicologicamente dalle quattro mura di casa e diventasse anche “altro” oltre a moglie e madre, rimanendo comunque il punto di riferimento affettivo principale della famiglia stessa.
Essere genitori, e quindi anche essere madre, è una questione qualitativa e non quantitativa e per quanto il lavoro della donna non influisca sulla sua capacità di trasmettere affetto e conoscenze ai figli, rimane il problema della gestione temporale degli stessi figli nei momenti in cui la mamma lavora. C’è chi decide di affidarli a strutture come nidi o centri educativi, chi ad estranei, come le babysitter, e chi invece si appoggia ai nonni. Ed ecco quindi che la figura del “nonno” ha assunto, nella nostra società attuale, un ruolo che in epoche precedenti non aveva avuto. I nonni erano stati un supporto, un aiuto (spesso materiale), una figura bonaria a cui si chiedeva di leggere favole, tramandare saggezza, raccontare il passato. Oggi come oggi i nonni accompagnano e riprendono da scuola, portano in vacanza, accompagnano dal pediatra, gestiscono i nipoti, a volte sono anche un fattivo aiuto per l’educazione. Permettono alla mamma o al papà di accettare posti di lavoro con orari difficili e poco compatibili con la genitorialità; permettono, spesso, anche alla mamma e al papà di rimanere “coppia”.
Ed è a loro che questo mese di ottobre di Instamamme è dedicato: leggerete, come sempre, le nostre esperienze, affronteremo delle tematiche legate ai nonni in particolare e alla famiglia in generale e ci sarà anche un’iniziativa che ci terrà impegnati per quasi tutto il mese alla ricerca di sapori “familiari”.
Oltre a questo avremo come sempre degli approfondimenti con esperti di settore, delle nuove collaborazioni con giovani imprenditrici e due nuove rubriche interessantissime… non vi anticipiamo altro, per scoprire cosa bolla in pentola… Seguiteci, come sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: