Cosa può servire in vacanza in caso di incidenti o malanni?

Con l’arrivo dell’estate (finalmente!) molte famiglie partono per le tanto attese vacanze. Noi mamme come sempre siamo molto lungimiranti e quindi ci preoccupiamo di avere con noi tutto ciò che potrebbe essere utile in caso il nostro bimbo abbia qualche problema nel luogo di villeggiatura, dove magari non è immediatamente o facilmente reperibile un pediatra.

Quindi come organizzarci per essere pronte ad ogni evenienza? Cosa dobbiamo portare con noi in vacanza?

Mezzi di trasporto

A seconda del mezzo di trasporto che utilizzerete per raggiungere la vostra meta vacanziera sono necessari alcuni accorgimenti:

Auto: per qualsiasi tragitto, mi raccomando, sempre nel seggiolino! Se il bimbo soffre di cinetosi (mal d’auto o di mare o d’aria) meglio partire dopo un pasto molto leggero, somministrare pochissimi liquidi ed eventualmente far sgranocchiare qualche cracker durante il tragitto; possono inoltre essere utili i braccialetti appositi oppure, in caso di disturbo molto importante, la somministrazione di un antistaminico con specifica indicazione può essere consigliato (per il nome commerciale e il dosaggio del farmaco chiedete consiglio al vostro Pediatra!).

Aereo: in fase di decollo e di atterraggio per tutti i bimbi piccoli consiglio la suzione: il succhiotto o il biberon con qualche liquido, oppure un po’ di seno materno. Per i bimbi più grandi qualche sorso di acqua o succo di frutta oppure una caramella da succhiare. Ai grandissimi basta consigliare qualche bello sbadiglio. In questo modo si contrasta il cambiamento di pressione della cabina, molto fastidioso per i timpani. Per i piccolissimi anche un bel lavaggio nasale una volta arrivati a destinazione può aiutare!

Nave: valgono le stesse regole per la cinetosi già descritte.

Protezione dal sole

Sia al mare che in montagna sono d’obbligo il cappellino e una protezione solare con fattore di protezione 50+: io di solito consiglio di scegliere creme che contengano filtri fisici, meglio tollerati dalla pelle delicata dei bambini, e che contengano, come sempre nel caso di prodotti per la cute, il minor numero di ingredienti possibile (meglio senza profumi e parabeni). La crema va applicata più volte al giorno, sempre dopo il bagno o la doccia anche per creme resistenti all’acqua. Ricordo inoltre che l’esposizione al sole va evitata nelle ore centrali della giornata.

Farmaci utili per qualsiasi destinazione

In linea di massima io consiglio ai miei pazienti (e faccio altrettanto per le mie bimbe) di portare con sé un farmaco per la febbre (paracetamolo o ibuprofene), un antistaminico per qualsiasi manifestazione pruriginosa della pelle (punture d’insetti, eritema solare, reazioni allergiche ecc.) e una confezione di antibiotico ad ampio spettro d’azione in caso di infezione batterica (otite, bronchite, tonsillite, impetigine – quest’ultima abbastanza frequente d’estate, si tratta di un’infezione della pelle dovuta a batteri che si trasmettono facilmente tra i bambini anche solo per contatto e possono proliferare nella sabbia della spiaggia). Ricordo che l’antibiotico non deve mai essere somministrato prima di una diagnosi certa e di effettiva necessità. Quindi, in caso di febbre persistente da più di due giorni o mal d’orecchio intenso o tosse molto insistente, il mio consiglio è di far visitare il bimbo da un pediatra, da un medico del Servizio di Continuità Assistenziale (guardia medica) o presso il Pronto Soccorso più vicino.

In caso di piccole ferite

Per disinfettare piccoli tagli o abrasioni dovuti a cadute accidentali sono molto comode da portare sempre in borsa le salviettine pre-imbevute: in commercio se ne trovano di diverse marche, e possono essere utili anche quelle destinate alla disinfezione del cordone ombelicale dei neonati, in quanto contengono agenti disinfettanti e cicatrizzanti. Qualche cerotto colorato per proteggere la ferita e il nostro bimbo è a posto!

Punture d’insetto

I bambini sono le vittime preferenziali delle zanzare, quindi cerchiamo di prevenire la devastazione dei poveri corpicini con repellenti adatti ai più piccoli: meglio scegliere i prodotti a base naturale contenenti citronellla, geranio, lavanda ecc. In caso di puntura e forte prurito meglio un velo di crema cortisonica applicata per 2-3 volte piuttosto che rischiare che con il grattamento continuo si verifichi un’infezione locale. Se poi le punture sono molto numerose e il nostro bimbo passa la giornata a grattarsi è consigliabile eseguire una terapia antistaminica per bocca per un paio di giorni. La stessa terapia la consiglierei anche in caso di puntura in alcune zone del corpo che tendono a gonfiarsi molto, soprattutto in vicinanza delle palpebre, orecchie e dita.

Nel caso invece di puntura di un imenottero (api, vespe, calabroni) è importante tenere il bambino in osservazione per qualche ora dopo l’evento, per essere sicure che non si verifichi una reazione allergica importante (shock anafilattico): da valutare l’eventuale comparsa di gonfiore cutaneo generalizzato, difficoltà respiratoria o altri sintomi generali quali vomito, diarrea o perdita di coscienza; in questi casi è necessario accompagnare tempestivamente il bimbo presso il PS più vicino. Se il pungiglione rimane nella sede della puntura bisogna cercare di rimuoverlo, non spremendo la zona di pelle circostante ma piuttosto aiutandosi con una pinzetta o con un ago sterile, per poi disinfettare la parte. Il gonfiore conseguente la puntura di un imenottero può aumentare anche nelle 24 ore successive, per poi regredire in un paio di giorni circa; se così non fosse è necessario far visitare il bimbo.

Contatto con meduse

La puntura di medusa provoca un intenso bruciore e dolore locale che dura circa 10-20 minuti, poi compare il prurito; la parte colpita si arrossa e si gonfia. In caso il nostro bimbo venga in contatto con una medusa è consigliabile farlo uscire subito dall’acqua e sciacquare la zona con acqua di mare fresca per alcuni minuti; se sono rimasti residui di tentacoli attaccati alla pelle è utile asportarli con le mani. Io non sono favorevole all’applicazione di altre sostanze tipo ammoniaca, aceto o bicarbonato. L’ideale sarebbe l’applicazione di un gel al cloruro di alluminio che blocca la diffusione delle tossine e il prurito, tuttavia non è molto diffuso in Italia, sebbene sia ottimo anche per il prurito da puntura di zanzara (se sapete di presenza di meduse nel mare dove andrete a villeggiare sarebbe buona cosa procurarselo!). In 10-20 minuti il dolore lascia spazio al prurito quindi successivamente è consigliabile la somministrazione di antistaminico per bocca e una crema cortisonica sulla parte.

Anche in caso di puntura di medusa è utile osservare che non compaiano sintomi generali da shock anafilattico.

Viaggi all’estero

In caso di mete esotiche (beate voi!) con i vostri bambini è importante informarsi bene prima della partenza in merito a:

– eventuali vaccinazioni da eseguire (es. epatite A – febbre gialla)

– profilassi per malaria (esistono farmaci somministrabili anche a bimbi molto piccoli, indicativamente dai 10 Kg di peso in poi): la profilassi se ben eseguita da una protezione dell’80% circa. In caso della scelta di un paese in cui la malaria è presente è molto importante utilizzare repellenti per zanzare tropicali e zanzariere nelle ore notturne.

Consultandovi con vostro Pediatra di fiducia cercate poi di attenervi a norme igieniche generali: utilizzare solo acqua proveniente dalle bottiglie, anche per lavarsi i denti e il viso; non consumare frutta e verdura crude; non consumare bibite contenenti ghiaccio; mangiare cibi ben cotti.

Se poi la vostra meta è un paese in cui facilmente si può acquisire la cosiddetta “diarrea del viaggiatore”, chiedete al vostro Curante di suggerirvi i farmaci più adatti per i bambini in caso si verificasse questa evenienza: antibiotici, antidiarroici e fermenti lattici adeguati all’età infantile.

Come ultimo consiglio vi suggerisco di informarvi, una volta arrivati a destinazione, sulla modalità con cui contattare un pediatra o un medico, soprattutto se i vostri bimbi sono molto piccoli!

Non mi resta che augurare a tutti voi….. BUONE VACANZE!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: