Svezzache???

di Ombrosa

Uno dei tanti psicodrammi che le neomamme si trovano a vivere è quello del periodo dello svezzamento.

Lo svezzamento, infatti, è proprio uno di quei momenti della vita del neonato su  cui le teorie si sprecano e così avviene che, parlando con le altre mamme, si scopre che ogni pediatra segue la sua scuola di pensiero, per cui ci si ritrova a fare conversazioni surreali di questo tipo:

Luisella: io ho iniziato a dargli la mela visto che ha compiuto 6 mesi

Donatella: coooosaaa? Sei matta? La mela contiene solanina, si introduce dopo gli 8 mesi

Antonella: ma scherzi, il mio pediatra me la fa dare da quando ha 3 mesi.

Raffaella: Il mio dice di continuare col latte materno e aspettare che il bimbo sia interessato spontaneamente al cibo.

Tesilla: No no no, la frutta che si compra contiene pesticidi, meglio dare omogeneizzati che sono controllati

Donatella (sempre lei):Cooosaaa? Non sai che negli omogeneizzati ci mettono le peggio cose? Meglio il biologico

Jessica:io ho iniziato con i cereali

Fabiola: noooo! Iniziare col glutine troppo presto causa la celiachia

Lorena: si ma pure introdurlo troppo tardi! Oddio ha compiuto 7 mesi, che faccio??

Si potrebbe andare avanti per ore. Quest’estate la mia vicina di ombrellone non aveva ancora dato la carne alla figlia di quasi due anni perché non le erano ancora spuntati i canini e le avevano detto che finchè non spuntano i canini la carne non si dà. (la bambina comunque era in ottima salute)

confusione oms svezzamento

Se poi si ha la malaugurata idea di cercare su Internet le cose peggiorano ancora: su molti siti si trovano le famigerate tabelle di introduzione degli alimenti e tutte rigorosamente diverse tra loro.

Per fare un po’ di chiarezza nell’iniziale panico che si può a buon diritto generare in una neomamma alle prese con il primo figlio ci si può appellare alle raccomandazioni OMS, che a buon diritto, è la più alta autorità competente in merito di salute pubblica e salute dell’Infanzia.

Ecco il link

Ebbene, l’OMS ha eliminato tutte le tabelle di introduzione di cibo lasciando l’unica raccomandazione di iniziare lo svezzamento dopo i sei mesi. Questo è dovuto al fatto che le pratiche di  svezzamento sono talmente radicate nelle tradizioni popolari che in ogni parte del mondo ci sono regole e abitudini diverse e spesso opposte e questo ha fatto capire che in realtà ogni regola va bene, quindi nessuna regola va bene lo stesso! Oltretutto i bimbi allattati al seno di fatto hanno già introdotto tutti gli alimenti con il latte materno (perché anche alle donne che allattano ora si consiglia di mangiare di tutto proprio per questo)e quindi non ha più senso fare tabelle rigide.

Certo, il buon senso consiglia di introdurre un alimento alla volta, per capire soprattutto se ci sono allergie, magari con piccole quantità iniziali negli alimenti che più facilmente possono dare problemi, ma questa deve essere l’unica regola.

Ora va molto di moda l’autosvezzamento che, sebbene mi trovi molto d’accordo nei principi, secondo me, applicato alla lettera, rischia di complicare anziché semplificare la vita dei genitori, soprattutto se, come nel mio caso, il bambino comunque un pasto lo consuma all’asilo e io e il babbo tutta sta voglia di mangiare verdure bollite e cibo insipido non l’avevamo. Si aggiungano poi orari folli e  poco tempo da dedicare alla cucina e l’autosvezzamento è andato nel mio caso a farsi benedire.

Io comunque alla fine ho scelto di far assaggiare tutto a mio figlio, sedendolo nel seggiolone mentre noi mangiavamo (certo non la salsiccia al peperoncino) comprese fragole, pomodori e tutti i classici alimenti un tempo proibiti, anche se comunque preparavo appositamente per lui la pappa badando principalmente alla qualità delle materie prime.

Comunque, quale sia la vostra scelta in termini di svezzamento, mi sento di potervi dire questa cosa: vostro figlio sopravviverà: vivetela con poche ansie perché siete circondate da persone che sono state svezzate in modi e tempi diversi e tutte sono sopravvissute!

Annunci

Un Commento

  1. La mia ha sei mesi suonat:, quando riusciremo a farle aprire la bocca, forse inizierà a mangiare davvero… Per ora succhia dal cucchiaio… O_o

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: